lunedì, luglio 29, 2013

Curarsi con il cibo



Curarsi con il cibo

"Lascia che il cibo sia la tua medicina…"  Ippocrate

Credo fermamente che la nostra salute dipenda soprattutto da cosa mangiamo, ieri con un amico parlavamo del libro China Study, una ricerca sull'alimentazione durata trent'anni, in cui denunciano le relazioni tra le case farmaceutiche e la salute e i meccanismi attraverso cui queste riescono ad influenzare la nostra percezione e cura delle patologie.
Per farla breve ci prendono in giro e ci fanno ammalare apposta…
così come si sente dire di vaccini esistenti per cancro, aids e altre malattie mortali o come le case farmaceutiche siano contro le staminali poiché efficaci….
A tale proposito ricordo di aver intervistato Demarin, della Beike Europe, il quale accusava pesantemente la ricerca scientifica europea e le potenti case farmaceutiche…
Più noi siamo sani meno soldi ci sono per loro.
Eccola! Ho trovato l'intervista su youtube.



Ed ecco invece cosa sostiene il Dott. T. Colin Campbell 



Quindi  per prevenire le malattie devo diventare vegana e la cosa mi sembra civile, in quanto è impensabile che nel 2013 gli esseri umani si cibano ancora di altri esseri viventi, ma per me non sarà facile in quanto sono nata in campagna e mia nonna preparava e prepara degli ottimi pasti a base di carne, mia mamma lo stesso e io idem, meno buoni sicuramente ma sempre carne è... e poi noi toscani abbiamo un' ottima fiorentina…

Via… Proviamoci!
E allora cosa preparo stasera?

mercoledì, luglio 24, 2013

Prato, AFRICA MEETS JAPAN al Negozio Del Giunco.

Prato, AFRICA MEETS JAPAN al Negozio Del Giunco.

La pittrice e autrice Matilde Calamai espone le sue opere nel famoso negozio di arredamento etnico di Prato, un connubio perfetto tra stile e glamour esotico.

"Un giro del mondo attraverso i colori. Si potrebbe definire così il percorso pittorico della Calamai, che sempre più sembra servirsi del colore per rileggere la geografia del mondo in maniera del tutto originale. Un viaggio iniziato dal continente africano, luogo dell’anima, terra dal fascino irresistibile, a cui, fin da subito, ha riservato un posto speciale nel suo immaginario visivo. La “sua” Africa non è quella “primitiva” riscoperta dall’arte europea del secolo scorso né quella affamata e sofferente che la cronaca ci ha insegnato a conoscere, ma è qualcosa di assai diverso, è un’immagine prima interiorizzata e poi trasferita sulla tela senza altre mediazioni se non quella dell’emozione.
In queste opere la pittrice punta tutto sul colore pastoso, dato per strati e arricchito da materiali extrartistici, ma 
il percorso sperimentale dell'artista prosegue e cambia totalmente nella serie "Japan" dedicata a Tokyo, città in cui ha vissuto quando era adolescente. Un’ interpretazione che recupera i simboli del “Sol Levante”, con i suoi svariati e affascinanti significati e la sua cultura artistica, tradotta in un registro pittorico che può dirsi al limite dell'essenziale. Il colore si muove leggero sulla tela,  mentre descrive una trama di pennellate che riconosciamo come la Geisha, simbolo per eccellenza della cultura e della tradizione giapponese e come  la Tigre, considerata uno dei quattro animali sacri che rappresenta la forza, la longevità e il coraggio.
Quella di Matilde Calamai, quindi,  si può definire una  ART FUSION nutrita di suggestioni che provengono da contesti e latitudini differenti e che convivono sulla superficie pittorica caricandosi di nuovi significati."


BIOGRAFIA



Matilde Calamai giornalista e presentatrice televisiva, si dedica alla pittura da diversi anni, ottenendo ampi consensi di critica e di pubblico. I tanti viaggi in giro per il mondo, soprattutto tra l’Africa e l’America, le tante letture e un’innata curiosità hanno contribuito a determinare un radicale cambiamento sul piano dell’espressione pittorica, inducendola a passare da un lessico di tipo tradizionale a uno stile più libero e sperimentale, soprattutto per quanto attiene l’uso del colore.
Nel 2012 espone per la prima volta i suoi lavori materici in una mostra personale alla Galleria "La Pergola Arte" di Firenze, subito seguita dalla partecipazione a un’importante collettiva al GAMEC, Centro Arte Moderna di Pisa.
Alcuni suoi dipinti sono stati usati come scenografia permanente sul set della serie televisiva internazionale "Il Commissario Rex"  ( 2013)
Attualmente è rappresentata dall’ Agora Gallery di New York.

E’ attiva anche come autrice di racconti (Premio Marengo d’Oro con il romanzo La bellezza parte da dentro, 2009; Storie sexy di ragazze per bene, 2010, con prefazione di Federico Moccia; Paola Beyond Words, 2013, pubblicato in America), di raccolte poetiche (Pensieri InVersi, 2012, libro finalista al Premio Firenze 2012) oltre che come scrittrice di testi per canzoni ( album Caos di Emozioni, 2012 )

www.matildecalamai.net




Negozio del Giunco Prato
Via Carlo Marx, 29
Prato
Tel 0574 22305
Fax 0574 22305


venerdì, luglio 05, 2013

La mia dieta per l'estate!

Ecco la mia dieta per l'estate.  Una dieta tutta mia che non mi ha consigliato nessun medico perciò non voglio responsabilità…

Per le prime due settimane dimentico pasta, pane, pizza,grissini, latte e latticini, carne rossa, dolci…
Cerco di variare i cibi che posso mangiare.
Bevo una bottiglietta d'acqua da mezzo litro la mattina prima del pranzo e il pomeriggio prima della cena. ( se sono al mare o mi muovo parecchio bevo anche di più)

Colazione :

Caffè latte con latte di Soya e miele
una banana
integratore di vitamine

metà  matt solo se ho fame una pesca o due albicocche ( ma non mangio quasi mai tra un pasto e l'altro.)

Pranzo 

inizio sempre con dell'insalata verde condita con olio, sale e limone. Olio ne metto abbondante.

Pesce bollito, carpacci di:  pesce spada, salmone, tonno… oppure tartare o carne bianca, un uovo ( l'uovo lo mangio una volta la settimana)
Contorno: rucola, bietole, spinaci… NO PATATE MA Sì AI LEGUMI.

caffè con zucchero di canna

metà pomeriggio sempre frutta se ho fame


Cena

'insalata verde condita con olio, sale e limone. Olio ne metto abbondante. 

Pesce bollito, carpacci di:  pesce spada, salmone, tonno… oppure tartare o carne bianca, un uovo ( l'uovo lo mangio una volta la settimana)
Contorno: rucola, bietole, spinaci… NO PATATE MA Sì AI LEGUMI.

Dopo due settimane ricomincio a mangiare tutti i carboidrati ( chi fa sport deve comunque mangiarli, anche una o due fette di pane a colazione)
Cerco di evitare la farina di grano.
Mangio la pasta di mais che è buonissima, la pasta di Kamut, di riso o di farro, stessa cosa per il pane. 
Mi limito a mangiare formaggi e salumi.
I dolci non li mangio quasi mai. Consiglio il gelato Valsoia.

La parte più dura per me è di non poter mangiare il pane la sera.

Colazione

Caffè latte con latte di soya e miele
con 4 biscotti misura
integratore di vitamine

mezza mattina frutta ( ma poi non la mangio…)

Pranzo

insalata verde condita con olio, sale e limone. Olio ne metto abbondante.

Pasta di Mais, di Farro o di Kamut. Un piatto normale e non abbondante.
Oppure pizza o sushi .
Se mangio carne o pesce allora due fette di pane le mangio.

Caffè con zucchero di canna

metà pomeriggio frutta ( che mangio raramente)

Dalle 15 in poi dimenticatevi la pasta e il pane, nemmeno una fetta … niente

CENA

insalata verde condita con olio, sale e limone. Olio ne metto abbondante.

una volta la settimana carne rossa e una volta le uova, due volte la settimana come contorno le patate.
pesce, carne bianca, carpaccio, tartare.

Se la sera mangio la pizza per i due giorni successivi non mangio carboidrati.



COSA NE PENSATE?

mercoledì, luglio 03, 2013

Woman suffers stroke, faces herself in Matilde Calamai’s new novel


**FOR IMMEDIATE RELEASE**
EDITORS: For review copies or interview requests, contact:
Marketing Services
(When requesting a review copy, please provide a street address.)
Woman suffers stroke, faces herself in Matilde Calamai’s new novel
Everything changes when woman nearly loses her life in ‘Paola’
PISTOIA, Italy  In her new novel, PaolaBeyond Words(published by iUniverse), author Matilde Calamai tells the poignant tale of a woman who, in the moment of her greatest weakness, must begin a quest to find the courage and inner strength she has been missing her entire life.

In the beautiful town of Pistoia, in the Tuscany region of Italy, 48-year-old Paola is preparing to meet the man who might become her lover. Married with two children, Paola is resigned to living a lonely life separate from her husband, who works in Brazil. And yet she is desperate to experience joy again. As Paola enters her potential lover’s office, she faints. In a matter of seconds, her life has been transformed forever.

The victim of a major stroke, Paola is robbed of her ability to speak. Trapped between reality and a timeless dimension where she lives in a world devoid of words and full of indecipherable objects, Paola soon realizes that even the clock – once used for marking days full of dissatisfaction in her life is no longer meaningful. Intent on returning to a normal life, Paola embarks on a journey in search of lost words with the help of a Cuban healing guru, a Jungian analyst,and finally a famous ayurvedic nutritionist who could help Paola change everything in her life.

Paola
By Matilde Calamai
Hardcover | 5.5 x 8.5 in | 82 pages | ISBN 9781475987492
Softcover | 5.5 x 8.5 in | 82 pages | ISBN 9781475987478
E-Book | ISBN 9781475987485
Available at Amazon and Barnes & Noble

About the Author
Matilde Calamai is a journalist, television presenter, award-winning author and artist whose paintings have been exhibited in galleries throughout Italy. Calamai lives in Italy. Paola is her fourth book.For more information please visit: www.matildecalamai.net.

FREE ZONE _ music

Matilde Calamai: Free Zone
Musiche che ho composto per scrivere.

Caos di Emozioni_music

Oliver Bruno Lapio & Matilde Calamai: Caos Di Emozioni
Le mie poesie in musica.

E-book

Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu. Un e-book divertente